Translate

mercoledì 5 dicembre 2012

Ebola in Uganda

Casi attribuiti al virus “Ebola” in Uganda

Il 28 luglio 2012 il Ministero della Sanita’ ugandese ha confermato d’aver rilevato una ventina di casi attribuiti al virus “Ebola”, con 14 decessi.
L’epidemia e’ risultata limitata al distretto di Kibaale (vicino al lago Alberto ed alla citta’ di Hoima), a circa duecento chilometri a nord-ovest di Kampala.
Il 5 ottobre 2012, il Ministero della Sanita’ ugandese ed il Rappresentante locale dell’Organizzazione Mondiale della Sanita’ hanno formalmente dichiarato chiusa l’emergenza di Ebola, dopo aver atteso il passaggio di due cicli di 21 gg. (ogni ciclo corrrispondente al periodo Massimo d’incubazione del virus di Ebola) dal momento dell’ultimo ricovero di casi connessi ad Ebola.

Ebola e’ una malattia caratterizzata da febbri emorragiche che provocano, nella maggior parte dei casi, la morte: non sussiste ancora cura a tale virus.
La possibilita’ di contrarre il virus resta estremamente bassa, ove non si entri in contatto con fluidi corporei (saliva, urina, sangue) d’una persona o d’un animale infettato dal virus.

Per ogni ulteriore esigenza informativa di dettaglio sul virus Ebola:

Per un quadro generale delle patologie riscontrabili in Uganda, si rinvia al prospetto disponibile alla sezione “Informazioni e Servizi : Informazioni sull’Uganda” del sito dell’Ambasciata d’Italia a Kampala:



Kampala, 5 ottobre 2012